martedì 21 febbraio 2017

Recensione "Chanel non fa scarpette di cristallo"




Buondìì, cari lettori! Come state? Ultimamente vi sto proponendo soltanto recensioni, ma sto leggendo davvero molto! 
Oggi sono qui a parlarvi di un libro che mi ha decisamente sorpresa.. venite a scoprire il motivo!







Cosa succederebbe se, anziché limitarsi a trasformare in storie la propria fantasia, gli autori delle fiabe più famose avessero stretto un patto con il diavolo condannando le proprie creature a uscire dalle pagine dei libri per affrontare i vizi e le virtù della quotidianità? Donne favolose si troverebbero a vivere in un mondo che non è decisamente un regno fatato né un posto per principesse, dove la realtà è fatta di lavori noiosi, problemi da risolvere e uomini davvero molto diversi dai principi azzurri. Una vita complicata, senza considerare che i termini del famoso patto stipulato alle loro spalle prevede una clausola fondamentale: la ragazza che nel corso della sua esistenza normale dovesse incontrare il vero amore perderebbe, insieme all'immortalità, anche il ricordo del tempo che fu, lasciando scivolare nell'oblio le antiche fiabe raccontate a tutte le bambine del mondo. Così, mentre alle porte del cuore di Beatrice, Maddalena e Penelope già bussano i rispettivi cavalieri, il divertente romanzo di Barbara Fiorio propone alle sue protagoniste l'eterno conflitto tra amore romantico e vita reale: chi vincerà?




Vi capita mai di soffermarvi a pensare a come potrebbero essere le fiabe in chiave moderna? Forse non è proprio questa la trama del libro, ma ci andiamo vicino. Protagoniste della storia sono Beatrice, Penelope e Maddalena, tre donne che si ritrovano a vivere nella realtà, ma per cosa? Per un patto che gli autori delle fiabe hanno firmato con il diavolo! Sono costrette a vivere nella monotonia, tra i drammi dovuti ad un amore finito male, a una "parente" fastidiosa o lavori poco stimolanti.
Il destino, però, è sempre pronto a manipolare la situazione e forse tutti hanno diritto a un lieto fine, prima o poi.




Risultati immagini per happy ending"Chanel non fa scarpette di cristallo" è un libro che, sinceramente, non avevo in programma di leggere. L'ho scelto totalmente a caso, lasciandomi guidare dal mio istinto, nonostante i mille libri ancora da leggere. Per quanto la trama mi avesse incuriosita fin dal primo istante, non mi aveva convinta del tutto. Pensavo che mi sarei imbattuta in un libro poco intrigante e che, man mano che sarei andata avanti con la storia, mi sarebbe passata la voglia di continuarla. Ma mai avrei potuto sbagliarmi maggiormente. Ci troviamo di fronte ad un libro coinvolgente e che ti invoglia a continuare la lettura. Io per tutto il tempo ho formulato ipotesi su che personaggi delle fiabe potessero rappresentare. E devo dire che li ho azzeccati praticamente tutti! 
Le tre protagoniste non sono presentate affatto come tre principesse deboli o a cui tutto è dovuto, anzi: sono donne forti, che sanno come far fronte alle vicende della vita quotidiana e come reagire ai problemi. 
E' uno di quei libri che hanno saputo sorprendermi e tenermi piacevolmente incollata alle pagine dall'inizio alla fine, facendomi persino fare le ore piccole. 
Consiglio questo libro a tutti coloro che amano le fiabe, perché alla fine l'importante è non smettere mai di sognare e di credere nel lieto fine.



Questo libro è stato letto per:
- Il torneo dei lettori professionisti.
- From Reader to Reader.
- La ruota delle letture.


Alla prossima!

1 commento:

  1. ma non sai quanto sono felice di questo, davvero! Io questo libro l'ho divorato, non riuscivo a mollarlo! Felicissima di averti ben consigliata

    RispondiElimina