domenica 28 agosto 2016

Recensione "La prima volta per sempre"


Buondìì! Dopo aver finalmente terminato questo libro, sono qua a parlarvene. Ci ho messo qualche giorno, forse troppi secondo i miei standard, ma è anche vero che per me non sta risultando il periodo migliore in termini di letture. Ma non è di questo che dobbiamo parlare ora, dunque bando alle ciance e partiamo con una presentazione veloce del libro!





Risultati immagini per la prima volta per sempre copertina
È un'estate di prime volte per Emily Donovan. Nel momento in cui mette piede sul traghetto che la porterà a Puffin Island insieme alla nipotina di cui ora si deve prendere cura, le è ben chiaro in mente che niente sarà più come prima e che la sua vita sta per cambiare drasticamente. Come potrà tenere al sicuro una creatura così fragile e indifesa come la piccola Lizzy? E come riuscirà a convivere con il panico irrazionale che l'assale di fronte all'oceano su un lembo di terra che ne è completamente circondato? Eppure, inspiegabilmente, l'isola comincia a operare la sua magia ed Emily, respiro dopo respiro, riscopre sicurezza, fiducia e serenità. E un uomo che le fa battere forte il cuore. A Ryan Cooper basta un solo sguardo per capire che la nuova arrivata nasconde più di un segreto in quegli occhi bellissimi e guardinghi, e meno ancora per riconoscere che l'alchimia tra lui ed Emily è fortissima. E pericolosa. Eppure il carismatico proprietario del locale yacht club sa di non avere scelta. Negare l'attrazione tra di loro è solo una perdita di tempo. Meglio abbandonarsi alla corrente di desiderio e vedere dove li porterà.




“Io credo di essermi fatta governare dal passato per tutta la vita. Non ci pensavo e non ne parlavo, però era lì in tutto quello che facevo.”

Risultati immagini per puffin islandEmily è fermamente convinta di non voler creare dei legami, di non volersi affezionare a nessuno. Non ha dato vita a una famiglia e non sa cosa vuol dire educare un bambino, e forse non crede neanche di poter essere all'altezza di un compito di tale portata. Ma la sua vita viene completamente stravolta e si ritroverà catapultata in un "mondo" totalmente differente da quello che si era creata, si ritrova costretta a vivere al di fuori dalle mura che aveva innalzato intorno a sé per far sì che nessuno potesse scavalcarle e riuscire a far breccia nel suo cuore, già marchiato da cicatrici indelebili. Difatti la sua sorellastra Lana, famosissima attrice di Hollywood, muore in un tragico incidente e, non essendoci parenti al di fuori di Emily, affida a lei sua figlia Juliet, una bambina di sei anni. I giornalisti, alla ricerca di uno scoop, farebbero qualsiasi cosa pur di trovare la piccola. Emily, così, si trasferisce a Puffin Island nel cottage della migliore amica Brittany. Senza dubbio è un luogo meraviglioso, stracolmo di vita e di svago, un luogo tranquillo dove potersi rifugiare senza il timore di dover scappare dai giornalisti. Tuttavia ci sono momenti in cui il passato non può far altro che tornare a galla e tirare fuori gli artigli, graffiando a più non posso e riaprendo ferite che non avevano fatto in tempo a rimarginarsi del tutto. Emily è ancora segnata da ciò che è accaduto durante la sua infanzia e che ha fatto nascere in lei il terrore dell'acqua. Per questo cerca in tutto i modi di tenere la bambina lontana dalla spiaggia.
L'amica ha previsto tutto, sapeva che ci sarebbero stati momenti in cui il panico avrebbe vinto e l'avrebbe sopraffatta. Per tale motivo ha chiesto a Ryan di tenerla d'occhio e di darle una mano. Farà di tutto per aiutarla a superare il suo passato, nonostante nasconda lui stesso degli scheletri nell'armadio.
Emily, nonostante ciò che lei pensa di se stessa, sa come tenere testa alla situazione. Cambia nome alla bambina per non dare nell'occhio, optando per Lizzy. Saprà muoversi in maniera agile nell'ambito dell'educazione e con l'aiuto di Ryan e degli abitanti dell'isola riuscirà a cambiare radicalmente. Si impegnerà per aiutare un'amica alle prese con una gelateria sensazionale in fallimento e riuscirà anche a superare le sue paure. Ma quando ci sono di mezzo le emozioni tutto il resto conta? Come faranno i due protagonisti a mettere una pietra sopra a tutto ciò che li hanno segnati nel profondo?

“«Zia Emily? E tu di cosa hai paura?»
Di perdere le persone che amo.
E questa paura non l’aveva affrontata. Anzi, aveva fatto quanto in suo potere per evitarla, conducendo una vita che non prevedeva la seconda cosa e quindi escludeva il rischio della prima.”


"La prima volta per sempre" è molto più di una storia d'amore. Mi sono immersa nella storia senza troppe pretese, essendo alla ricerca di un libro piuttosto leggero per trascorrere del tempo. Non mi aspettavo di certo di provare tutte queste emozioni. 
Sarah Morgan sa assolutamente come muoversi nella storia e sa come dar vita a una trama ben strutturata e soprattutto solida. Ho trovato lo stile molto fluido e assai ricco di sentimento. 
Non puoi far altro che affezionarti ai personaggi pagina dopo pagina, accompagnandoli nel loro processo di maturazione e di cambiamento e nel medesimo tempo anche nei loro salti nel passato.
Risultati immagini per puffin island
Ho apprezzato praticamente tutto. Ho adorato il personaggio di Lizzy, una bambina che sa assolutamente come far breccia nel tuo cuore. Rappresenta l'innocenza dell'infanzia. Guarda il mondo con sorpresa e meraviglia e ha sete di scoprire nuove cose. Vuole divertirsi, vuole godersi la vita come fanno tutti i bambini. E sarà sicuramente un'ancora di salvezza per Emily, convinta di non voler più affezionarsi a nessuno. Come si fa, però, a non voler bene a Lizzy? 
Mi sono piaciuti molto anche gli altri personaggi, meno presenti nella storia ma che nel contempo giocano un ruolo importante. Nell'isola tutti si conoscono e sono pronti ad aiutarsi nel momento del bisogno. E' un elemento che ho apprezzato tantissimo, è sembrato qualcosa di così naturale. 
Non mi sento di promuoverlo a pieni voti perchè, nonostante mi sia piaciuto così tanto non credo che rientrerà tra i miei libri preferiti, ma è anche vero che gli darei anche una mezza stella in più.
Sono contenta di essere partita senza troppe pretese perchè in tal modo ho avuto la possibilità di restarne piacevolmente sorpresa. Devo assolutamente leggere il secondo volume e aspetto con ansia l'ultimo capitolo di questa trilogia.
Spero con tutto il cuore che anche gli altri libri della Morgan sappiano colorare le mie giornate con tutte queste emozioni.

“Sono stati i libri a salvarmi. Trascorrevo le mie giornate immersa in mondi che non avevano nulla in comunque con quello nel quale vivevo.”


Anche per oggi è tutto! Ditemi se avete letto questo libro o se vorreste leggerlo.
Buonanotte e alla prossima! 

2 commenti:

  1. è davvero una lettura perfetta per l'estate :) forse la conclusione è stata un po' affrettata, ma va bene così, è un libro davvero carino da leggere in tutto relax spaparanzate sotto il sole _yoko

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente! Io ho deciso di leggerlo appunto perché mi sembrava molto una lettura da fare in estate e sono felice di averlo letto! :3

      Elimina