giovedì 8 ottobre 2020

Review Party "L'ascesa di Senlin"


Buondìì, cari lettori! Ieri ho pubblicato qui sul blog la mia tappa del Blog Tour, parlandovi di alcune citazioni che mi sono appuntata durante la lettura.
Oggi, invece, parleremo del libro in sé: cosa mi è piaciuto? Cosa non ho apprezzato totalmente?
Andiamo a scoprirlo insieme!



La Torre di Babele è la più grande meraviglia del mondo conosciuto. Grande come una montagna, l'immensa Torre ospita innumerevoli Regni Circolari, alcuni pacifici, altri bellicosi, appoggiati l'uno sull'altro come gli strati di una torta. È un mondo popolato di geni e tiranni, aeronavi e motori a vapore, animali insoliti e macchine misteriose. Attirato dalla curiosità scientifica e dalle mirabolanti promesse di una guida turistica, Thomas Senlin, mite preside di una scuola di provincia, decide di visitarla. Anzi, gli sembra che, con i suoi lussuosi Bagni, sia proprio la meta ideale per la sua luna di miele con Marya. Solo che, appena arrivati, i due sposi si perdono tra la folla di abitanti, turisti e furfanti. Determinato a ritrovare la moglie, Senlin inizia una lunga ricerca tra bassifondi, sale da ballo e teatri di burlesque. Dovrà sopravvivere a tradimenti, assassini, e ai lunghi cannoni di una fortezza volante. Ma se vuole riavere Marya, sopravvivere non basterà: dovrà sapersi trasformare da uomo di lettere in uomo d'azione.

★★★

Thomas Senlin è un professore che per tutta la vita ha avuto il desiderio di visitare la Torre di Babele: per prepararsi alla visita, si è informato molto, leggendo la Guida alla Torre e imparando a memoria tutte le regole da rispettare, tra cui non perdere mai di vista i compagni e stare attento ai soldi.
In occasione del viaggio di nozze con sua moglie Marya, decide di intraprendere questa nuova avventura e di poter finalmente realizzare il suo sogno più grande. Non vede l’ora di far conoscere alla moglie questo luogo spettacolare. La Torre di Babele, in fondo, con la sua varietà di regni circolari all’interno è una meta irresistibile per i visitatori! 
Dopo un lunghissimo viaggio in treno, arrivano in prossimità di tale luogo: il Mercato, però, è un luogo vastissimo e più pericoloso di quanto possa sembrare e presto Senlin perde di vista Marya. Si ritrova solo e disorientato, ma determinato a riunirsi con la moglie e a trascorrere un felice viaggio di nozze. 
Dal momento che sarebbero voluti salire sulla Torre, in particolare fino ai Bagni, in lui si accende la speranza di ritrovarla salendo di livello e si avventura in essa. Inizia così la sua avventura all’interno della Torre: ogni livello è un Regno differente e Senlin dovrà imparare a conoscerlo e ad andare avanti, ma per farlo dovrà affrontare una serie di sfide e di pericoli!

L’ascesa di Senlin” è il primo libro di una serie nata dalla penna di Josiah Bancroft. Nelle scorse settimane mi è capitato spesso di imbattermi in post riguardanti tale uscita e leggendo la trama ne sono subito rimasta affascinata. L’idea della Torre di Babele come ambientazione delle vicende mi è sembrata geniale e originale, quindi non potevo assolutamente lasciarmi sfuggire l’occasione di recuperarlo.
A lettura ultimata, però, devo ammettere che le mie aspettative non sono state totalmente soddisfatte. Rimango del parere che l’ambientazione sia stratosferica: la Torre di Babele e la divisione nei diversi Regni è l’aspetto migliore dell’intera opera. Ogni livello è diverso dagli altri, ha le sue caratteristiche e delle particolarità che lo rendono unico. L’autore ha una grande capacità di costruzione dello sfondo… anche se, in realtà, è come se fosse uno dei personaggi principali da quanto è ben caratterizzata e descritta!
Ma la nota dolente, per me, sono state proprio le descrizioni: a mio parere, il fatto di aver descritto ogni singolo aspetto nei minimi dettagli ha reso la lettura estremamente lenta e non sono riuscita a restare con gli occhi incollati alle pagine. Ho spesso provato il desiderio di chiudere il libro e prendermi una pausa. È un elemento che per me è molto importante: per amare un libro ho bisogno di provare la sensazione di non poterne fare a meno e, purtroppo, con “L’ascesa di Senlin” non è andata così.
Ciononostante, non posso negare che la fiammella della curiosità è sempre stata accesa dentro di me ed è proprio quella che mi ha spinta a proseguire nella lettura, la quale alla fine si è rivelata intrigante e originale.

In compagnia di Senlin affrontiamo un viaggio meraviglioso alla scoperta della Torre e delle insidie che sono presenti lungo il percorso. Ma affrontiamo anche un viaggio legato a una crescita personale del protagonista: le difficoltà e la volontà di ritrovare la moglie innescheranno un cambiamento nella sua persona. Imparerà a districarsi all’interno del caos e a diventare un uomo d’azione che combatte per raggiungere i propri obiettivi. Ma, come ho detto, non mancheranno le difficoltà e Senlin dovrà andare incontro a delusioni: deve imparare a capire quali sono le persone di cui si può fidare e deve fare i conti con una Torre diversa da quella che ha sempre sognato.

In conclusione, consiglio questo libro a tutti coloro che sono amanti del genere Fantasy, ma soprattutto a tutti coloro che non sono spaventati da letture estremamente lente. In quel caso sicuramente riuscirete ad amare questa storia così geniale e particolare!
Non posso far altro che ringraziare la Mondadori per la copia omaggio e sperare di poter leggere presto i suoi seguiti. Nonostante tutto, sono intenzionata a proseguire con la lettura per sapere come si evolveranno le vicende!



Anche per oggi è tutto!
Alla prossima!

6 commenti:

  1. Sono d'accordo su tutto quanto, stessa impressione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara! A me dispiace averlo trovato così lento, avrei voluto divorarlo! Ma sono comunque curiosa di andare avanti con la serie! :)

      Elimina
  2. Ciao Sara! Peccato per la lentezza, l'ambientazione sembrava affascinante :-( Comunque anche l'idea di fondo non sembra male!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia! L'ambientazione, a parer mio, rimane affascinante! Però la lettura procede più a rilento di quanto mi sarei aspettata! :)

      Elimina
  3. mi ispira tantissimo questa lettura *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina! Sono curiosa di sapere cosa ne penserai se lo leggerai! :)

      Elimina