sabato 17 settembre 2016

In the world of the authors #1




Buondìì! Oggi voglio inaugurare una nuovissima rubrica: sono davvero settimane che voglio pubblicare questo post, ma ovviamente dovevo prima leggere i libri.

Volete sapere di cosa si tratta? Perfetto, andate avanti a leggere!





Premetto il fatto che sarà una rubrica a cadenza del tutto casuale, potrei pubblicare due post consecutivi così come potrei non pubblicarla per settimane. Forse nemmeno dipende da me, ma dai libri che avrò a disposizione.
Dal momento che avevo alcuni libri che mi erano stati mandati dagli autori e che ancora non avevo letto, ho pensato di creare questa rubrica.
In ogni post farò la recensione di due libri che mi sono stati inviati dagli autori stessi. Nel caso in cui voi siate autori e vorreste una recensione, potete contattarmi sulla pagina Facebook senza problemi.

Detto ciò, andiamo a scoprire anche i titoli dei libri di cui vi parlerò oggi?



Risultati immagini per ghirigori per partecipazioni

La collezionista di sogni.



Mary Lou Finger ha sedici anni, la passione per la lettura e di perfetto solo i voti che prende a scuola. I suoi amici, il suo ex ragazzo, sua madre, la sua migliore amica, sembrano per lei i personaggi di quelle telenovele che tanto odia.
Anche la sua vita sentimentale non va tanto a genio. Tristan Colin, il ragazzo più sfigato della scuola, ha intenzione di invitarla a uscire, ma cosa accadrebbe se lei dovesse accettare? E come mai ogni sabato mattina Tristan scompare? Dove va? 

La sua vita sembra incasinata, fino a quando un incontro inaspettato cambierà tutto il suo modo di vedere le cose. Sarà proprio lì, alla Boy and Dolphin Fountain, in Hyde Park che conoscerà Annabel.




“Non conoscevo l’esatto sapore del dolore, adesso so che è amaro e che non mi piace, so che mi soffoca e che a volte mi impedisce di pensare. Sono tanti i momenti in cui vorrei una pausa, mettere la mia vita in standby e fermarmi un attimo. A volte credo di essere ferma, ma tutto il mondo attorno a me si muove velocemente e io non riesco a stargli dietro.”

Mary Lou e Tristan apparentemente sembrano così diversi, come il giorno e la notte, come il sole e la luna. Non è ormai risaputo che l'apparenza inganna?
Mary Lou ha sedici anni e finge che la sua vita sia perfetta così com'è. Finge davanti agli amici e ai conoscenti, indossa quotidianamente la maschera che sembra essere diventata parte di lei e non vuole assolutamente farla crollare. Le mura che ha innalzato davanti a sé, in fondo, sembrano essere solide, sembra che nessuno avrà mai il potere di scavalcarle o di demolirle.
Tutto cambia quando per puro caso si scontra con Tristan, considerato da sempre lo "sfigato", il ragazzo problematico da cui stare alla larga. Quali sono gli scheletri che nasconde nell'armadio? Cosa lo spinge a saltare la scuola ogni sabato?
Nel momento in cui Mary Lou viene invitata ad uscire da lui e si ritrova ad accettare, non riesce a trovare validi motivi che l'abbiano portata a compiere questa scelta.
Si troverà ben presto a capire che non è l'unica a indossare una maschera, che forse ci sono segreti che ognuno di noi non vuole che vengano a galla.
Nel contempo, però, Mary Lou vuole dar retta a un suo sogno, considerato estremamente banale da tutte le persone che la circondano: vuole scrivere, dare il via libero ai suoi pensieri e alla sua mano. Vuole mettere nero su bianco tutto ciò che ha sempre sognato, tutto ciò che ha rappresentato fino a quel momento la sua realtà fittizia, la sua immaginazione. Così, mentre era immersa nella scrittura, ha avuto l'opportunità di incontrare Annabel, una ragazzina di dodici anni con la quale nascerà una solida amicizia. Ma questa vita cosa ha in serbo per ognuno di noi? Forse non sempre le cose vanno per il verso giusto. Mary Lou, però, si renderà conto che la cosa importante è "non smettere mai di sognare", nonostante tutto, nonostante le cadute. I sogni possono essere custoditi, al sicuro, senza nessuna possibilità che scompaiano. 

“Ho capito che nella vita non siamo mai pronti a niente, e che spesso è la vita stessa a sorprenderci e a renderci forti quando serve. Non sempre è facile accettare quello che siamo e quello che abbiamo, ma ho imparato una cosa: dobbiamo vivere ed è questo quello che conta. Vivere. Sempre e comunque. Non dar modo alla vita o al destino di schiacciarci, dobbiamo essere più forti, più astuti. Semplicemente dobbiamo lasciarci andare e amare quello che abbiamo.”

"La collezionista di sogniè un libro che prende tutte emozioni possibili e immaginabili e te le butta addosso ininterrottamente, pagina dopo pagina. Ora mi chiedo come sia possibile tutto ciò, come possono le emozioni non finire mai e come possono cambiare all'improvviso, cogliendoti alla sprovvista. Avete presente quei libri che in ogni pagina hanno qualcosa da darti? O semplicemente qualcosa da dirti? Per me questo libro ha rappresentato ciò: un turbinio di emozioni da cui sono stata avvolta fin dalla prima pagina e da cui ho faticato ad uscire anche dopo la parola "fine". Sono riuscita a ritrovare pezzetti di me, anche minuscoli, e nel contempo credo di aver lasciato in quelle pagine altrettanto. Ho ritrovato me stessa in semplici frasi, in semplici comportamenti e in semplici avvenimenti.
Inutile dire che ho letteralmente adorato questo libro. Ho amato ogni singolo personaggio, la loro caratterizzazione e anche la loro crescita.
Mary Lou e Tristan, due anime legate da sempre da un filo che ad un certo punto sono riusciti a scorgere e perchè no, a custodirlo, così come i loro sogni.
Annabel, un personaggio che per una buona parte del libro ho trovato molto "misterioso", ma a cui non puoi fare a meno di affezionarti e a cui finirai per affidare il tuo cuore, nonostante ti verrà restituito a frantumi.
Non posso far altro che ringraziare Valentina per avermi dato la possibilità di leggere questa piccola perla. Non credo che avrei potuto fare scelta migliore quando ho scelto questo come libro.
Quindi grazie, grazie per ciò che mi hai fatto provare.

“Dicono che i libri letti rivelino la personalità e il carattere di una persona, che tramite di essi si possa comprendere a grandi linee il modo di pensare di qualcuno e di porsi verso il mondo.”

Risultati immagini per ghirigori per partecipazioni

Se bella vuoi apparire.


Se bella vuoi apparire (Youfeel): Zitella chi, io? di [Menini, Silvia]Serena Mondelli, trentaquattro anni, single, non è una di quelle donne indipendenti che passano ore tra l’ufficio e la palestra e si comportano come uomini sul lavoro e nella vita. Serena inizia ad aver paura di morire zitella e circondata da gatti: è stanca di stare da sola, ma a quanto pare riesce a sedurre solo uomini che sembrano seriamente interessati a lei ma che poi si rivelano… sposati! Secondo Sebastian, il suo fidato amico dongiovanni e palestrato, sono i chili di troppo di Serena, l’abbigliamento eccentrico e il suo atteggiamento spontaneo, ingenuo e stravagante a spingere gli uomini sbagliati ad approfittarsi di lei. Una sera al bar Serena decide, una volta per tutte, di seguire i consigli di Sebastian, e con un sostanzioso supporto alcolico redige una lista di dieci punti che seguirà diligentemente. Dieci mosse per passare da zitella a femme fatale, dieci segreti per far cadere chiunque ai suoi piedi. Funzionerà?

Un romanzo irriverente e divertente. Una storia per ridere, tra una disavventura sentimentale e un disastro sul lavoro, e per capire che alla fine in amore c’è un solo segreto: amare.






Serena ha trentaquattro anni, qualche chilo di troppo e una particolare calamita che attrae uomini che si rivelano essere già sposati. Tutte le persone a lei vicine, in particolar modo le cugine, si sono sposate o lo stanno per fare e, secondo sua madre, sono soltanto uomini in meno per lei. Ci pensa Sebastian, il suo migliore amico, a farla cambiare, a far sì che la sua vita prenda una svolta. Qual è l'obiettivo? Ovvio, cambiare in tutto e per tutto, a partire dall'aspetto fisico. Così la protagonista stila diversi punti, ma si tratta semplicemente dell'ennesima lista che è solita scrivere e che nasconde in luoghi.. beh.. inusuali! Riuscirà a seguirla e a raggiungere i suoi obiettivi?
E cosa dire del ragazzo che sembra aggirarsi sempre intorno a lei? Sarà un altro uomo sposato? Il futuro ha in serbo molto per lei, e non resta che scoprire cosa!



“Basta con i se e con i ma. È come se lei non riuscisse a fare questa scelta. Ha tutta una serie di “se” e “ma” che non la porteranno da nessuna parte. Deve smettere di pensare, pianificare, vivere nella paura, desiderando di essere una persona che non è. Lei è quella che è, e prima si accetta prima sarà in grado di iniziare a vivere la sua, di vita, non quella che lei vorrebbe e che magari ha letto in un libro o visto in un film. Lei sta dentro il libro/film perché ha paura. È chiaro che fuori dal film ci si debba esporre, può andare incontro a delusioni, mortificazioni, a dei no, ma quella è la vita. La vita è anche rischiare, azzardare."

"Se bella vuoi apparireè un libro ironico e divertente, capace in qualsiasi momento di strapparti un sorriso e di farti fare due risate, anche quando proprio non vorresti. E' quello che è capitato a me: stamattina mi sono detta "Sara, leggi qualcosa di leggero e che possa risollevarti un po' il morale", per tale motivo mi sono finalmente decisa e - metaforicamente parlando (essendo un ebook) - l'ho preso in mano. 
Sarò sincera, non è il genere di libri che leggo solitamente, difatti è il primo che leggo della collana Youfeel della Rizzoli. L'ilarità non manca, è ben scritto e la storia è alquanto originale, e sono senza dubbio elementi che ho apprezzato molto. Se solo non si discostasse così tanto dai generi che piacciono a me, gli avrei dato un voto più alto.
Mi sento comunque di consigliarvelo, Silvia sa davvero destreggiarsi con la scrittura e mi piacerebbe molto in un futuro leggere qualche altra storia scritta da lei. Inoltre è piuttosto corto e si legge davvero in un lampo, anche grazie allo stile così fluido e scorrevole.
Ti ringrazio ancora per tutti i sorrisi che mi hai strappato con il tuo libro. 


Risultati immagini per ghirigori per partecipazioni

Termina qui il primo appuntamento con questa rubrica... o forse no?
Ora mi piacerebbe molto coinvolgere anche voi e proporvi dei "sondaggi". Non voglio assolutamente sminuire nessun libro, mi piacerebbe soltanto sapere le vostre opinioni. Le mie, ovviamente, non le dirò, dato che una è intuibile dal post. Ma bando alle ciance, partiamo con le due domande molto veloci!

  • Quale copertina preferite?
  • Quale libro vi attira maggiormente a partire dalla trama?


Fatemi sapere le vostre risposte nei commenti e.. alla prossima!



4 commenti:

  1. Un po' difficile, perché sia le copertine sia le trame sono molto diverse fra loro. Comunque per la copertina scelgo "La collezionista di sogni" e per la trama forse "Se bella vuoi apparire"; ultimamente sto rivalutando i romanzi con verve ironica. 😊
    Mi piace la tua idea dei sondaggi, e secondo me non sminuisci niente e nessuno. In che modo lo faresti?! 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie! Non so, magari mettendo a confronto due libri possono pensare che voglia sminuirli, non si sa mai! Ahahah
      Grazie per la tua risposta! :3

      Elimina
  2. Wow mi ispira tantissimo "la collezionista di sogni" mi hai entuasiasmata e l'ho messo subito in wl ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma graziee! Io te lo consiglio tantissimo! *-*

      Elimina