martedì 10 novembre 2020

Review Party "A caccia del diavolo"

 
Buondìì, cari lettori! Sono felice di iniziare la settimana con la recensione del capitolo conclusivo della serie di Kerri Maniscalco.
Da oggi in libreria potete trovare questa nuova uscita... quindi cosa state aspettando? Correte a recuperarlo! 
Ma prima sono qui con voi a condividere i miei pareri (privi di spoiler)! 




Audrey Rose Wadsworth e Thomas Cresswell sono giunti in America, una terra audace, sfrontata, brulicante di vita. Ma, proprio come la loro Londra adorata, anche la città di Chicago nasconde oscuri segreti. Quando i due si recano alla spettacolare fiera mondiale, scoprono una verità sconcertante: l'evento epocale è minacciato da denunce di persone scomparse e omicidi irrisolti. Audrey Rose e Thomas iniziano a indagare, per trovarsi faccia a faccia con un assassino come non ne hanno mai incontrati prima. Scoprire chi sia è una cosa, ben altra faccenda è catturarlo, soprattutto all'interno del famigerato Castello della Morte che ha costruito lui stesso, un covo di torture labirintico e terrificante. Riuscirà Audrey Rose, insieme al suo grande amore, a porre la parola "fine" anche a questo caso? O soccomberà, preda del più subdolo avversario che abbia mai incontrato?

★★★★


Cari lettori, eccoci giunti alla fine di questa intrigante avventura! Con “A caccia del diavolo” siamo ufficialmente arrivati alla fine di una meravigliosa serie nata dalla penna di Kerri Maniscalco, un’autrice che ha saputo rubarmi un pezzetto di cuore. Ho iniziato il primo volume per curiosità: avevo sentito diversi pareri positivi da persone che lo avevano letto in lingua e ho deciso di non lasciarmi sfuggire questa occasione. 
Con Audrey Rose e Thomas ho viaggiato in lungo e in largo: ho passeggiato tra le strade di una Londra di qualche secolo fa, ho vissuto momenti da brivido nel castello del Conte Dracula e ho navigato sull’oceano a bordo di un enorme transatlantico. Ma finalmente, dopo qualche mese dalla fine del terzo volume, sono potuta tornare sui miei passi e ho continuato questo viaggio, questa volta con destinazione l'America

Dopo una settimana a bordo della RMS Etruria, i nostri personaggi sbarcano a New York, dove vivono una situazione di apparente calma piatta. Gli omicidi e la negatività scaturita dalle diverse situazioni drammatiche sembrano aver lasciato il posto alla quiete e alla serenità. Audrey e Thomas sono nel pieno della loro relazione, più uniti che mai. Hanno affrontato una miriade di sfide, hanno anche messo a dura prova il loro rapporto, ma non si sono mai arresi. 
Si sa, però, che l’apparenza inganna. Ben presto vi sarà un nuovo pericolo tra le strade americane. Nuovi omicidi torneranno a terrorizzare le persone e i nostri protagonisti si troveranno a dover far fronte a questa nuova emergenza. Ma la città di Chicago porta con sé anche alcuni segreti, segreti molto importanti e delicati. Se tutte le loro certezze si frantumassero all’improvviso? Questa volta sarà necessaria una buona forza di volontà per riuscire a risolvere questo nuovo spaventoso caso.

Ho apprezzato tantissimo il finale: avete presente quando sentite nel profondo che si tratta del finale giusto per una serie? Non ho potuto fare a meno di provare questa sensazione. 
La serie di Kerri Maniscalco mi ha conquistata fin dall’inizio: ho divorato i primi tre volumi ad agosto e, come probabilmente saprete, li ho letteralmente adorati. Le vicende sono intriganti, appassionanti, caratterizzate da un buon equilibrio tra mistero, azione e storia d'amore. Sono stata felice di ritrovare tutti questi elementi anche nel volume conclusivo. 

Inoltre in questo quarto capitolo facciamo una sorta di tuffo nel passato: è stato interessante notare come il cerchio non si sia mai chiuso davvero e che, al contrario, vi sono diversi segreti che sono tornati a galla. L’apparenza inganna. La mente inganna. Ci si può davvero fidare di qualcuno o qualcosa? Audrey Rose e Thomas si troveranno a fare i conti con una situazione più grande di loro: emozioni che erano state represse torneranno a invadere la mente della nostra protagonista come un uragano. Non è facile trovare la forza quando vengono toccati tasti realmente dolenti, ma lei è pronta a superare questa nuova sfida ed è una caratteristica che ho sempre amato del suo carattere. Nonostante tutto, va avanti a testa alta, anche quando vorrebbe lasciarsi andare. E sicuramente l’appoggio di Thomas, di una persona fidata e con cui ha stretto un legame intimo e significativo, è di grande aiuto in momenti di questo tipo.
Tra emozioni ed omicidi veniamo trasportati all'interno di un nuovo mistero: il Diavolo si aggira tra le strade americane e sarà appassionante arrivare a svelare la sua identità... come tutte le altre volte!

In conclusione, questo libro ha rappresentato la fine di un lungo ed emozionante viaggio. Non è stato facile lasciar andare i personaggi e le vicende e sicuramente in un futuro sentirò il bisogno di tornare nuovamente indietro di qualche secolo e di rimettermi in  viaggio per la seconda volta. Nel frattempo, però, attendo impaziente la nuova uscita di Kerri Maniscalco, un’autrice che per me è stata una grande rivelazione del 2020.



Anche per oggi è tutto!
Alla prossima!

6 commenti:

  1. Bellissima recensione, Sara! Non vedo l'ora di iniziare anch'io questa serie :D Hai visto che tradurranno anche il nuovo romanzo dell'autrice?! *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara! Ti ringrazio!
      Ho visto e infatti sono felicissima, non vedo l'ora! *-*

      Elimina
  2. Ciao Sara! Io non so ancora se iniziare o meno questa saga! 😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Diletta! Io mi sento di consigliartela! :)

      Elimina
  3. Anche se il mio preferito è il capitolo precedente, questo mi è piaciuto molto lo stesso

    RispondiElimina
  4. Devo recuperarmi anche questo, dopo i primi tre, voglio sapere!

    RispondiElimina