domenica 5 marzo 2017

Recensione "Dreamology"




 Buondìì! Sono qui a parlarvi di un libro che volevo leggere da secoli e che - finalmente! - sono riuscita a leggere.
Dunque non perdiamo tempo e procediamo!







Per quanto Alice può riuscire a ricordare, Max è sempre stato parte integrante dei suoi sogni. Insieme hanno girato il mondo, vissuto esperienze straordinarie e si sono innamorati alla follia. Max è il ragazzo perfetto… Peccato che non sia reale. Perché Max non esiste. O almeno, così ha sempre pensato Alice. Fin da quando entra nella sua nuova classe, il primo giorno di scuola, e… non riesce a credere ai suoi occhi: il suo Max è lì, davanti a lei, in carne e ossa. Ben presto però dovrà fare i conti col fatto che il Max reale è molto diverso dal Max dei sogni. Il Max reale è testardo e problematico, ha una vita complicata e intensa, di cui Alice non fa parte, nonché una ragazza, Celeste. Anche il loro incontro e il loro rapporto non sono così perfetti come lei aveva sperato. Quando si è vissuto un amore da sogno, ci si potrà mai accontentare della realtà?






Alice ogni giorno aspetta con ansia che arrivi la notte soltanto per poter sognare Max, il suo meraviglioso ragazzo dei sogni. In quei momenti si ritrova a vivere esperienze strabilianti, come andare in mongolfiera o trovarsi su una soffice nuvola. Ma qual è il confine tra sogno e realtà? 
Quando lei e il padre si trasferiscono in una nuova città, Alice non potrebbe mai nemmeno pensare di imbattersi nel suo ragazzo dei sogni. Max non è mai stato una persona reale per lei. Come mai si sognano reciprocamente? Alice e Max sono intenzionati a scoprirlo, e faranno di tutto per non fondere tra loro sogno e realtà.




Risultati immagini per sogno"Dreamology" è un libro che tenevo d'occhio fin da prima dell'uscita e che, ovviamente, mi ero fatta regalare a Natale. Per una cosa o per l'altra, però, non mi ero ancora decisa a leggerlo, sebbene spesso e volentieri mi trovassi a pensare "Devo leggerlo!". Sono andata oltre le diverse recensioni negative che ho letto e sono partita con discrete aspettative, convinta che non mi avrebbe delusa. E, sinceramente, così è stato! Io ho adorato questo libro dall'inizio alla fine, nonostante non sia tra i miei preferiti. E' stata una lettura assolutamente piacevole e che sono davvero contenta di aver fatto.
Ho adorato l'evolversi delle vicende, anche se, forse, l'autrice avrebbe dovuto approfondire maggiormente il motivo per cui Alice e Max si sono sognati reciprocamente per tutto questo tempo. Credo che sia per questo che non gli ho dato il massimo dei voti: insomma, non è un libro perfetto e ha sicuramente dei difetti, ma sorvolando questo, l'ho adorato.
Un elemento che ho amato alla follia è il continuo far riferimento alla psicologia, materia che ho sempre adorato. Nel momento in cui mi sono ritrovata a leggere il passo su Bowlby mi sono detta "Che palle, pure qui!", dato che ho dovuto studiarlo per l'ultimo esame che ho dato il mese scorso, ma dall'altro lato è stato meraviglioso, soprattutto conoscendo la sua teoria. E Freud, insomma, Freud!
Ma torniamo al mio giudizio: ritengo che sia stato un buon libro con il quale trascorrere poco più di una giornata e lo consiglio assolutamente agli amanti del genere.



Questo libro è stato letto per:
- Il torneo dei lettori professionisti.
- From Reader to Reader.
- KK Unicorn Reading Challenge.


A presto!

1 commento: